Verità per Giulio Regeni

CONGEDI PARENTALI: TUTTE LE NOVITA’

Dal 13 agosto nuove regole per i genitori che lavorano con il D.Lgs. n. 105/22 sull’equilibrio tra lavoro e vita familiare che attua la Direttiva UE 2019/1158.

CONGEDO DI PATERNITÀ OBBLIGATORIO
Esteso a 10 giorni lavorativi coperti da una indennità pari al 100% della retribuzione.

CONGEDI PARENTALI
Aumentano da 6 a 9 i mesi di congedo coperti con un’indennità pari al 30% della retribuzione e fruibili entro i 12 anni di età del/la figlio/a. In particolare, ciascun genitore potrà avere 3 mesi di congedo non trasferibile all’altro genitore, per un totale di 6 mesi, a cui si aggiunge un ulteriore periodo di 3 mesi, fruibile tra i genitori in alternativa tra loro. In presenza di un solo genitore o di un genitore con affidamento esclusivo, la durata massima del congedo per i figli fino a 12 anni di età, passa da 10 a 11 mesi.

Il congedo è fruibile già a partire dai 2 mesi antecedenti la data presunta del parto.

LAVORATRICI E LAVORATORI PUBBLICI
I diritti alla genitorialità e all’assistenza, i congedi e i permessi sono riconosciuti anche a lavoratrici e lavoratori pubblici.

SMART WORKING
Viene prevista la priorità di accesso per genitori, caregiver e persone con disabilità.

NORME ANTIDISCRIMINATORIE
Vengono introdotte per chi fruisce dei benefici della Legge 104/92 e del lavoro agile.

UNIONI CIVILI
Si ribadisce l’equiparazione ai coniugi di coloro che sono uniti civilmente e si introduce quella dei conviventi di fatto per la fruizione dei benefici della Legge 104/92.

MATERNITÀ A RISCHIO
Riconosciuta anche per le lavoratrici autonome.

Tutte le notizie in “CGIL”
Notizie Correlate
Continua a leggere...

CONTRIBUTO AFFITTO 2022: COME FARE DOMANDA

Le domande potranno essere presentate dal 15 settembre al 21 ottobre in tutti i nostri centri zona (Reggio Emilia, Castelnovo Monti, Correggio, Guastalla, Sant'Ilario e Scandiano) e nelle sedi Casalgrande, Castellarano e Rubiera. Nel volantino sono elencati i requisiti di accesso e la documentazione necessaria per inoltrare la domanda che permette di ottenere un contributo fino ad un massimo di 1.500 euro.